1953 - 2018Da oltre 60 anni al servizio dell'Apicoltura Italiana.

"Il mio non sol, ma l'altrui ben procuro."

ApisCampus 2013: Ecco il Programma del Seminario Formativo

Ventiquattro moduli didattici, divisi in quattro sessioni di lavoro, con lezioni tenute dai più qualificati esperti e rappresentanti nazionali del settore apistico, selezionati tra quanti esprimono alcune delle più qualificate competenze in materia di allevamento, selezione e salvaguardia delle api regine e, in particolare, dell’ape italiana.
E’ questo il programma di ApisCampus 2013, la seconda edizione del seminario formativo che la
FAI – Federazione Apicoltori Italiani ha organizzato nell’ambito del programma FAI-LIGUSTICA.IT®, sostenuto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ai sensi della legge 313/2004 per la Disciplina dell’Apicoltura. Si va dalla biodiversità e biogeografia dell’ape in Italia ai rischi dell’ibridazione, dalla tutela delle popolazioni autoctone di api alle normative italiane ed europee, dalla definizione dei concetti di “razza” ed “ecotipo” all’epigenetica, dalle analisi morfometriche e molecolari all’import-export di api regine, dal miglioramento genetico ai costi di produzione, senza che venga trascurato un confronto con la dimensione imprenditoriale dell’allevamento di api regine, con le tecniche dell’inseminazione strumentale e l’interazione tra genotipo e ambiente in apicoltura. Il focus di questo seminario è quello di consolidare l’operatività del CRT-Centro di Riferimento Tecnico per l’Apicoltura la cui competenza è circoscritta chiaramente nel titolo dell’evento formativo: Salvaguardia dell’Ape Italiana (Mellifera Ligustica, Sicula e Api autoctone delle zone di confine), cui il programma nazionale è dedicato, nel pieno rispetto dell’articolo 1 della legge quadro per l’apicoltura la cui finalità è chiaramente indirizzata alla tutela della nostra ape che sopravvive a stento dinanzi ai preoccupanti fenomeni di erosione genetica. Tra i docenti si annoverano rappresentanti del CRA-Unità di Ricerca in Apicoltura del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura, delle Università degli Studi di Udine, Pisa e Perugia, dell’Unità Operativa di Apicoltura presso l’Istituto Zooprofilattico del Lazio e Toscana e dell’Associazionismo apistico, capace di esprimere grandi professionalità in campo tecnico, economico, ed organizzativo. I lavori saranno introdotti dal rappresentante del Ministero delle Politiche Agricole. Ad ApisCampus, l’Università dell’Ape, hanno aderito oltre cento partecipanti, tra dirigenti, quadri, e tecnici di Associazioni apistiche italiane.