Contenitori in ceramica per prodotti alimentari

Desideriamo informare gli apicoltori che con Decreto 1 febbraio 2007 del Ministero della Salute, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 66 del 20 marzo 2007, l’Italia ha approvato la Direttiva n. 2005/31/CE della Commissione Europea riferita ai metodi di analisi per gli oggetti ed i contenitori in ceramica, destinati ad entrare in contatto con i prodotti alimentari. Il provvedimento, adottato nell’intento di prevenire la “migrazione” di metalli pesanti (Piombo e Cadmio) nei prodotti alimentari, ha rilevanza anche per il settore apistico, in particolare per quanto attiene la commercializzazione del miele che spesso viene proposto sul mercato in contenitori realizzati in ceramica industriale o artigianale.

Il Decreto del Ministero della Salute, stabilisce che gli oggetti  e i contenitori  in ceramica non ancora venuti a contatto con i prodotti alimentari devono essere accompagnati nelle varie fasi della commercializzazione, inclusa la fase di vendita al dettaglio, da una dichiarazione scritta in conformità all’art. 16 del regolamento (CE) n. 1935/2004. Più precisamente, tale dichiarazione deve essere rilasciata dal fabbricante o da un venditore con sede sul territorio dell’Unione Europea e deve contenere le informazioni riportate nell'allegato III del presente decreto. Su richiesta dell’Autorita' competente il fabbricante o l’importatore deve fornire un’adeguata documentazione idonea a comprovare che gli oggetti e i contenitori in ceramica sono conformi ai limiti di cessione del piombo e del cadmio. Tale documentazione deve contenere i risultati delle analisi effettuate, le condizioni di prova, nonché il nome e l’indirizzo del laboratorio che ha effettuato le analisi.
La fabbricazione e l’importazione di oggetti di ceramica non conformi alle disposizioni del presente decreto è consentita fino al 19 maggio 2007.