1953 - 2018Da oltre 60 anni al servizio dell'Apicoltura Italiana.

"Il mio non sol, ma l'altrui ben procuro."

Aiuti all’Apicoltura: Programma di attuazione del Reg. Ce 1308

E’ Antonio Mario Caira il nuovo dirigente della PIUE VI (Settore Produzioni Animali, presso la Direzione generale delle Politiche Internazionali e dell’Unione Europea guidata da Felice Assenza). Sostituisce Tommaso Simbolo all’Ufficio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali che si occupa della cosiddetta OCM Unica, il Regolamento europeo che cofinanzia le Misure a favore del comparto apistico.  La prima occasione di esordio lo ha visto coordinatore, lo scorso 6 Ottobre 2015, del tavolo nazionale al quale partecipano i rappresentanti dei Ministeri competenti, di AGEA in quanto Ente Pagatore e di Coordinamento, della FAI e delle altre Organizzazioni apistiche nazionali, i funzionari delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano e il rappresentante degli Enti di Ricerca apistica operanti in seno al MIPAAF. “Scopo di questa riunione – ha detto il dott. Caira presentandosi per la prima volta ai componenti del tavolo – è quello di esaminare la prima stesura della proposta di Decreto Ministeriale per l’attuazione del Programma triennale Italia (annualità 2017, 2018, 2019) a valere dei finanziamenti previsti dal Reg. CE n. 1308/2013 che ha sostituito il Reg. CE n. 1234/2007”. Non poche le novità introdotte dalla nuova normativa comunitaria o frutto della concertazione che l’Italia ha portato avanti sul tavolo della Commissione Europea a Bruxelles. In primo luogo cambiano alcune date del cronogramma di attuazione: i Sottoprogrammi regionali dovranno essere presentati entro il 1° Febbraio 2016; il Programma Italia del triennio dovrà essere presentato a Bruxelles entro il 15 Marzo 2016; le domande di finanziamento dovranno essere presentate entro il 15 Marzo e le spese saranno eleggibili anche quando effettuate prima dell’avvenuta accettazione della domanda stessa; le Amministrazioni competenti dovranno comunicare ad AGEA Coordinamento ogni economia di spesa che entro il 30 Aprile dovrà essere notificata al MIPAAF per una redistribuzione delle somme andate in economia; l’anno apistico, per l’attuazione del Programma, inizierà il 1° Agosto 2016, le spese non potranno essere antecedenti a questa data e dovranno concludersi il 31 Luglio dell’anno successivo; l’Organismo pagatore trasferirà le somme ammesse a contributo entro il 15 Ottobre. Il nuovo Regolamento, inoltre, introduce tre nuove Azioni: A6 (Acquisto di attrezzature per la conduzione dell’apiario e dei laboratori di smelatura – Finanziabile al 40% - Beneficiari gli Apicoltori; G (Monitoraggio del Mercato – Finanziabile al 100% - Beneficiari Enti e Istituti di Ricerca); H (Miglioramento della Qualità dei Prodotti per una loro maggiore Valorizzazione sul Mercato – Finanziabile al 100% - Beneficiari Enti e Istituti di Ricerca). La Commissione Europea, su sollecitazione dell’Italia ha finalmente riconosciuto l’ammissibilità dell’IVA quando questa non è recuperabile dal beneficiario dei finanziamenti. La non recuperabilità dell’IVA dovrà essere dimostrata e, stando all’orientamento espresso dai funzionari di AGEA, questa sarà direttamente rilevata attraverso il Fascicolo Aziendale del beneficiario.

• Nella foto: Antonio Mario Caira – Dirigente PIUE VI - MIPAAF