1953 - 2021Da oltre 60 anni al servizio dell'Apicoltura Italiana.

"Il mio non sol, ma l'altrui ben procuro."

APICOLTURA E CORSI ONLINE: AGEA CHIARISCE SUL REGISTRO PRESENZE

Con Circolare N.0003129 del 19/01/2021, AGEA (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura) chiarisce la questione del registro presenze per la nuova modalità di fruizione dei corsi di formazione online che sono ammessi a finanziamento con il Regolamento n. 1308/2013. "Relativamente alle azioni A1 (corsi di formazione) e A2 (seminari e convegni) - spiega la nota inviata al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, oltre che a tutti gli Assessorati Regionali all'Agricoltura e delle Province Autonome - poiché a causa del protrarsi dell’emergenza COVID tali attività saranno organizzate in modalità online, la documentazione da produrre sia per verificare la loro effettiva esecuzione che per sostituire il "registro delle presenze riportante l'elenco dei docenti e dei partecipanti al corso..” può essere costituita da:
• copia della mail d’invito inviata a tutti i partecipanti contenente il link per accedere alla piattaforma utilizzata per la conferenza;
• screen shot o stampa dell’elenco dei partecipanti presente nella piattaforma utilizzata contente almeno il cognome, il nome e l’indirizzo di posta elettronica;
• mail di conferma di partecipazione al corso inviata da ogni partecipante sia all’inizio che alla fine di ogni giornata.".
Un chiarimento tempestivo, quanto opportuno, quello di AGEA che comunque non esclude altre soluzioni - adottate dalle Associazioni e dagli Enti promotori dei Corsi - che possano dimostrare lo svolgimento del corso e la relativa presenza all'intera sessione formativa. Spesso, infatti, ricorda la FAI-Federazione Apicoltori Italiani, gli addetti all'attività ispettiva (in sede di rendicontazione) richiedevano registri con firma dei presenti, dai quali si potesse evincere sia l'orario di entrata, sia quello di uscita e quindi l'effettiva presenza nel corso dell'intesa sessione. La nota AGEA, pertanto, chiarisce e semplifica le procedure finora adottate in un momento in cui la fruizione di contenuti online è andata affermandosi, anche in apicoltura, come il mezzo più utilizzato a livello nazionale e territoriale.